Back
Vermelho hotel

Vermelho: il fascino del nuovo hotel firmato Louboutin

Il pittoresco villaggio portoghese di Melides, ancora un segreto ben custodito, sembra essere rimasto congelato nel tempo, con la sua atmosfera risalente al XIX secolo. Situato a soli 90 minuti a sud di Lisbona e a 20 minuti dalla vivace Comporta, questo tranquillo borgo offre una piazza lastricata, una chiesa imbiancata che svetta sopra piccoli ristoranti a conduzione familiare con terrazze all’aperto e file di casette con tetti in terracotta e balconi in ferro battuto. In questo affascinante contesto si trova Vermelho, il primo hotel ideato dal leggendario designer Christian Louboutin.

Armonia con l’ambiente: architettura e design di Louboutin

Con sole 13 camere, questa boutique di lusso è stata progettata per fondersi armoniosamente con l’ambiente circostante. L’aiuto dell’amico di Louboutin, l’architetto portoghese Madalena Caiado, si è rivelato fondamentale nella creazione di una facciata dai toni  del bianco e powder blue, con tetti delicatamente inclinati e comignoli finemente intagliati. Ma una volta varcate le porte, l’atmosfera diventa decisamente più eclettica. Mentre gli elementi distintivamente portoghesi, come i soffitti a cassettoni e il magnifico murale azulejo che si affaccia sulla reception, conferiscono un tocco locale, gli interni rendono omaggio alle origini francesi ed egiziane di Louboutin, così come ai suoi infiniti viaggi che hanno ispirato le sue numerose collezioni. I pavimenti geometrici richiamano lo stile rinvenibile nell’Hotel de la Marine di Parigi, mentre nella piccola e rilassante stanza per massaggi, le pareti sono rivestite di alabastro proveniente da Luxor. Nel sontuoso salotto comune, le piastrelle di vetro ricordano la decadenza dei palazzi rajasthani, mentre al piano inferiore, poster cinematografici vintage di Bollywood degli anni ’60 adornano le pareti accanto a divanetti di velluto color miele e a un bar straordinariamente ornato, una lastra di marmo indiano verde sovrapposta a pannelli barocchi d’argento martellati a Siviglia da artigiani abituati a costruire scintillanti altari di chiesa.

Un mondo di dettagli: l’arte e il design nella decorazione delle camere

Girando un angolo, si potrebbe notare una sinistra statua di ceramica o un surreale muro punteggiato da teste di guacamayo in ceramica dai colori gioiello. Nel frattempo, il giardino spettacolare, ideato dall’ex partner di Louboutin, il paesaggista francese Louis Benech, circonda una piscina a immersione, sulla cui testa è appoggiata una raffinata rappresentazione di Nettuno realizzata da Giuseppe Ducrot. Durante la mia visita, il prolifico scultore italiano si poteva spesso trovare sulla terrazza, perfezionando gli appliqué in ceramica altrettanto spettacolari che decorano porte e finestre della struttura. Non sorprende trovare tocchi della firma di Louboutin ovunque: cornici delle finestre scarlatte, scale, piastrelle laccate al bar, sgabelli dorati e intrecciati con cura, come le sedie di Maison Gatti nel ristorante Xtian, che catturano l’attenzione tanto quanto le sue iconiche suole rosse. (Vermelho si traduce in “rosso” in portoghese).

Camere sussurrate: eleganza senza tempo

Se gli spazi comuni sfoggiano un’estetica massimalista, le camere a Vermelho sono più sobrie e serene, ma non meno glamour. Ognuna di esse è unica, anche la più piccola è sorprendentemente spaziosa, e molte sono decorate con affascinanti piastrelle dipinte a mano, principalmente provenienti dalla rinomata bottega di Azulejos de Azeitão, nei pressi di Setúbal, dove un team di 11 specialisti ha lavorato per quasi un anno per creare oltre 7.000 pezzi individuali per il progetto. Qui, la fusione di estetiche continua, con pavimenti in parquet lucidato, tavolini laterali moreschi, appliques da parete in stile vetro di Murano, specchi veneziani antichi, luci da lettura a forma di conchiglia marina vicino al letto, e poltrone floreali soffici.

Sorprese esclusive: oggetti unici e terrazze con vista

Non mancano le sorprese: la suite potrebbe includere un armadio con porte dorate, un arazzo indiano incorniciato, una scimmia in rattan che funge da base per un tavolo o installazioni d’arte in miniatura illuminate, opera del creativo madrileno Carlos Díaz De Bustamante. Potresti persino imbatterti in uno dei tesori personali di Louboutin, come un antico baule spagnolo bargueño o un sofà ricamato di Henri Samuel, acquistati all’asta o durante una vacanza, e ora finalmente riaffiorati dagli archivi del designer. Quasi tutte le camere dispongono anche di spazi esterni dove puoi prendere il sole, che siano suite con balconi affacciati sul giardino al primo piano o camere al piano terra con terrazze che offrono un accesso diretto alla piscina. Una delle suite al piano superiore è dotata di una gigantesca vasca da bagno all’aperto con piastrelle opulente, mentre alcune delle camere al piano terra sono compensate da bagni altrettanto impressionanti, rivestiti dal pavimento al soffitto con piastrelle colorate. Tali ambienti sembrano pensati per il feed di Instagram.

L’apice dell’eleganza: suite e arte al secondo piano

Tuttavia, la vera attrazione di Vermelho si trova al secondo piano, dove le suite sono adornate con audaci affreschi dell’artista ateniese Konstantin Kakanias: salici piangenti astratti, felci, serpenti e, su un balcone, un’illustrazione whimsical di un angelo nudo che regge décolleté su un piatto, con il nome “Christian” scritto in greco. Uno dei bagni è anch’esso un’opera d’arte, con pareti color limone ricoperte di campioni di vernice e piccoli motivi floreali. (A quanto pare, Kakanias ha utilizzato la stanza per testare i colori, dopo di che Louboutin ha insistito affinché le sue sperimentazioni fossero conservate).

Un’oasi di tranquillità: la terrazza panoramica e la vita locale

Salendo un altro piano si accede a una splendida terrazza panoramica da cui si possono ammirare le viste di Melides e delle verdi colline circostanti. Questo spazio rappresenta appieno l’appeal di Vermelho: sebbene lo staff cortese sia sempre a disposizione per organizzare escursioni a cavallo, degustazioni di vino o sessioni di paddleboarding sulla vicina laguna, la vera ragione per venire qui è abbracciare il ritmo più lento della vita locale. È un luogo in cui dovresti rilassarti nella comodità della tua suite con un buon libro e lasciare da parte il telefono, affidandoti solo alle campane della chiesa che suonano per indicarti che è l’ora della cena.

redazione
+ posts

Post a Comment